WINTER PASSION: FONTANA 2.0

Not to sound like your mom or anything, but you don’t want to get caught outside without a cute winter coat when the temperature drops!

To make sure you stay warm and look cool, here are the best Fontana‘s coats you’d love to have.

Winter coats are the staple in any wardrobe, and this season we’ve been overwhelmed with choice.

From red to tartan, from blue royal to camel.
Winter coats are looking seriously good this season and we’re actually looking forward to the temperature dropping so we can cosy up in everything from pastel pinks to statement faux fur.

Fontana Couture is the renowned Italian fashion house, synonymous with luxury and quality, which since 1928 has represented the ingenious craftsmanship and excellence of Italian Tailoring in Lady Style.

The new clothing line borrowed from the fashion house, historically located in Via Della Spiga in Milan, its cutting perfection, the elegance of its models and its attention to details, all of which make Fontana 2.0 the symbol of prêt-à-porter elegance.

fontana_medusa-768x512

fontana_bar-768x512 fontana_marta_bw fontana_gold2-768x512

Museo Gucci: boom di 36.000 visitatori in un anno

The history of the made ​​in Italy like tourists and Italians. In one year, 36,500 people visited the Museum Gucci in Piazza della Signoria in Florence, commissioned from the top of the house, with a rigorous selection of historical pieces, a space for contemporary art, the store, the bar-restaurant, the library, but also home to the historical archive of “two G” intertwined, with 15,000 pieces.

La storia del made in Italy piace ai turisti e agli italiani. In un anno 36.500 persone hanno visitato il Museo Gucci di piazza Signoria a Firenze, voluto dai vertici della maison, con una rigorosa selezione di pezzi storici, uno spazio per l’arte contemporanea, lo store, il bar-ristorante, la libreria, ma anche la sede dell’archivio storico delle «due G» intrecciate, con 15.000 pezzi.

ItaliaWorldWide

ItaliaWorldWide.com: al via a settembre la piattaforma ecommerce

In una fase storica in cui la globalizzazione e la tecnologia ci hanno regalato aspetti positivi, ma anche inaspettate sorprese. In un periodo in cui l’incertezza regna sovrana in Europa e in Italia: nasce una piccola grande idea, e dall’Idea nasce il progetto ItaliaWorldWide.com Web Italy Store, con l’obiettivo di convogliare storia, stile, tradizione, qualità e design Italiano e produrre informazione positiva del nostro grande paese.
ItaliaWorldWide è il network di aziende italiane che hanno deciso di creare innovazione di mercato, e di conquistarlo con stile e qualità.
ItaliaWorldWide è la piattaforma che seleziona il migliore MADE IN ITALY e lo mette in rete.
ItaliaWorldWide è la piattaforma al servizio delle aziende che con creatività e coraggio ogni giorno affrontano le competizioni dei mercati.
ItaliaWorldWide è la piattaforma freemium di servizi, per entrare nel mercato globale e tecnologicamente evoluto.
Dal 10 settembre 2012, la piattaforma http://www.ItaliaWorldWide.com sarà operativa con più di mille prodotti di diversi settori merceologici, e provenienti da diverse aziende del territorio italiano. Prodotti originali e di qualità elevata, garantiti dal fatto che sono stati progettati e prodotti in Italia. Vini, Distillati, abbigliamento, pulizia personale e per la casa, arredamento e molto altro.
Il commercio elettronico sarà garantito da transazioni online protette e sicure, saranno disponibili tutte le funzionalità avanzate come la lista dei desideri, recensioni, condivisione con social network ed entro fine anno l’acquisto repido con 1 click. Già da oggi la piattaforma è visitabile, ed è possibile registrarsi o iscriversi alla newsletter, ma non è ancora possibile fare acquisti.
La piattaforma opererà solo in Italia fino a marzo 2013, e in Europa da aprile 2013.

Founder
Ercole Palmeri

Napoli “Savile Alley” conserva l’arte della sartoria su misura

Napoli – Una risposta italiana a Savile Row di Londra, ‘Savile Alley’ è un insieme di sartorie che popolano le strette vie centrali di Napoli. La città di rifà alle tradizioni aristocratiche, insieme ad altre città europee come Parigi e Londra, le boutique sono fiere di raccontare ai visitatori che hanno tutto ciò che necessario per distinguersi.
“Ci prendiamo cura di tutte le esigenze del cliente, dalla testa ai piedi”, spiega Ugo Cilento del ‘Cilento 1780‘ emporio. “Tutto è fatto a mano e su misura come artigiani”, dice Cilento, 39 anni, l’ottava generazione della sua famiglia per soddisfare benestanti clienti provenienti dall’Italia e dall’estero.

“Alcuni dei nostri tessuti sono addirittura creati in esclusiva per noi da Dormeuil“. Massimo Massaccesi, presidente della ultra-esclusivo Yacht Club Capri, dice che è contento che non deve viaggiare molto lontano per trovare la qualità che desidera ardentemente. “Sono un cliente estremamente esigente e Napoli. Trovo ottimi livelli di eccellenza qui”.

Marinella

Savile Alley

Massaccesi dice che apprezza il più famoso negozio Kiton, che sta raggiungendo un mercato più ampio, ma preferisce il vicolo in cui i sarti passano le loro competenze ai propri figli. Passeggiando nella bottega-boutique di Antonio Panico e suo figlio Luigi, Massaccesi riesce a malapena a tenere il suo entusiasmo. “Mi sento in un club di Londra” dice Antonio Panico, ritagliando una giacca perfetta in 10 minuti da un unico rotolo di tessuto, anche se lui è più famoso per i suoi cappotti. Un altro appassionato di ‘Savile Alley’, 77 anni, Renato Ciardi dice: “Tailoring è una cosa delicata e meticolosa qui (a Napoli) stiamo facendo la storia.”.

Ciardi ricorda con affetto un maestro, il “grande e compianto” Vincenzo Attolini, che ha inventato una nuova generazione di giacche napoletane, un trucco poi imitato da Versace e altri.

Foulards

Foulards Marinella

Poi c’è Maurizio Marinella, e le camicie come quelle realizzate da Luigi e Fabio Borrelli, o Luca Avitabile che dice: “una camicia è come una seconda pelle, per renderla adatta perfettamente avete bisogno di grande tecnica e sperimentazione “.

Per non parlare di scarpe che non hanno nulla da invidiare con la tradizione Inglese, o guanti un orgoglio napoletano fin dai giorni di gloria della monarchia borbonica. Oppure gli ombrelli modellati da un altro mitico artigiano Mario Talarico, 79 anni, che dice: “Il mio mestiere non è cambiato dai tempi di Chamberlain”. Massaccesi, a capo dello yacht-club Capri, dice che custodisce gelosamente le creazioni di Talarico. “Io tendo a portarli con me ovunque, anche quando non piove. Ma non ho mai lasciato uno in giro”.

Fonte Ansa.it

ItaliaWorldWide

Gutemberg veneziano mantiene la tradizione della stampa

Hugh Grant e insieme Marisa Tomei, no en las Naciones Unidas nuovo film di Hollywood, ma nella Vetrina del Maestro stampatore Gianni Basso, l’uomo che i utilizzando Metodi e gli Strumenti dell’era Gutenberg, producir stampe de la moda e di Successo.

La qualità prodotto del Che ha llegado attirato clienti Premio Nobel de la IL Joseph Brodsky e la scrittrice statunitense Danielle Steele. Le presse e le piastra di Basso sono dell’era pre-industriale, ricordano il 16 ° Secolo quando Aldus Manutius copiò numerose opere dal greco latino e laico e stamparle per la Prima volta nella storia, trasformando Venezia in una delle più grandi capitalización della stampa rinascimentale.

 

Stamperia Gianni Basso

Stamperia Gianni Basso

 

Un anni 15, Basso ha studiato Sull’Isola veneziana di San Lazzaro, nota per il suo patrimonio di stampe e la Biblioteca Antigua en un CUI Lord Byron nel 1816.

Trent’anni fa, Basso ha recuperato diversa presse dall’isola ea Venezia e le ha portate nella storica Calle del Fumo, sin riferimento una serie di UNA laboratori che ancora costeggiano la passerella. Nell’epoca odierna dell’informazione di Massa, Basso dados che sono i suoi clienti interessati al tocco personale, Il Fatto a Mano che nel suo lavoro infonde artigianale, Juan de la Cosa è che dados Privo di fotocopie e stampe digitali.

 

ItaliaWorldWide

E.P

%d bloggers like this: