Museo Gucci: boom di 36.000 visitatori in un anno

The history of the made ​​in Italy like tourists and Italians. In one year, 36,500 people visited the Museum Gucci in Piazza della Signoria in Florence, commissioned from the top of the house, with a rigorous selection of historical pieces, a space for contemporary art, the store, the bar-restaurant, the library, but also home to the historical archive of “two G” intertwined, with 15,000 pieces.

La storia del made in Italy piace ai turisti e agli italiani. In un anno 36.500 persone hanno visitato il Museo Gucci di piazza Signoria a Firenze, voluto dai vertici della maison, con una rigorosa selezione di pezzi storici, uno spazio per l’arte contemporanea, lo store, il bar-ristorante, la libreria, ma anche la sede dell’archivio storico delle «due G» intrecciate, con 15.000 pezzi.

ItaliaWorldWide

La finale del calcio storico fiorentino si gioca il 24 giugno 2012

Il Calcio Fiorentino fu una delle prime forme di calcio, ed ebbe origine nel 16 ° secolo in Italia. Piazza Santa Croce a Firenze è la culla di questo sport, che divenne noto come Giuoco del Calcio Fiorentino o semplicemente calcio.

Florentine Football

Calcio Storico Fiorentino in Piazza Santa Croce

Le regole ufficiali del calcio sono state pubblicate per la prima volta nel 1580, veniva giocato in squadre di 27 giocatori, utilizzando sia i piedi che le mani. I punti vengono segnati gettando la palla in un punto indicato sul perimetro del campo. Il campo di gioco è su base sabbiosa, c’è un arbitro principale, sei guardalinee e un maestro di campo. Ogni partita si gioca per 50 minuti e la squadra che segna più punti vince.

Oggi, vengono giocate tre partite ogni anno in Piazza Santa Croce, nella 3 ° settimana di giugno. i quattro team si confrontano in due partite a eliminazione, e i vincitori arrivare alla finale, che si gioca il 24 giugno, giorno del Santo Patrono di Firenze, San Giovanni.

Le squadre sono:

  • Santa Croce / Azzurri
  • Santa Maria Novella / Rossi
  • Santo Spirito / Bianchi
  • San Giovanni / Verdi

ItaliaWorldWide

Il centro storico di Firenze è patrimonio mondiale dell’UNESCO

Costruito sul sito di un insediamento etrusco, Firenze simbolo del Rinascimento, all’apice della sua vita economica e culturale all’epoca dei Medici nei secoli 15 e 16. I suoi 600 anni di straordinaria attività artistica, la cattedrale, la Chiesa di Santa Croce, gli Uffizi e Palazzo Pitti, opera di grandi maestri come Giotto, Brunelleschi, Botticelli e Michelangelo.

Ponte Vecchio

Ponte Vecchio

A partire dal 15 ° secolo, Firenze, esercitò una forte influenza sullo sviluppo dell’architettura e delle arti monumentali, prima in Italia, e poi in tutta Europa. Tra i secoli 14 e 17 Firenze era ricca di prestigiosi edifici che illustravano la munificenza dei banchieri e dei principi.

Il centro storico può essere osservato nella sua interezza dalle colline circostanti, in particolare Piazzale Michelangelo (appena sotto la Basilica romanica di San Miniato), o Fiesole, entrambi i quali offrono alcune delle viste più spettacolari della valle dell’Arno.

Costruito sulla città romana, il centro storico di Firenze può essere meglio descritto come uno scrigno di opere d’arte e di architettura. Costruito grazie al business del potere economico che Firenze aveva raggiunto, nei due secoli successivi furono anni d’oro per Firenze. L’attenzione spirituale della città è la Piazza Duomo di Santa Maria del Fiore, con il campanile di Giotto da una parte e il Battistero di San Giovanni di fronte, con le Porte del Paradiso di Lorenzo Ghiberti.

La celebre porta dorata di firenze riportata alla sua gloria dopo 33 anni

ItaliaWorldWide

%d bloggers like this: