Cloud computing, arriva la Tecnospiaggia nella Riviera Romagnola

Il cloud computing permette di predisporre soluzioni sempre più interessanti e innovative, come ad esempio la Tecnospiaggia nella Riviera Romagnola, resa possibile dal cloud di Telecom. Si tratta di servizi tecnologici innovativi, di cui sono dotati gli stabilimenti balneari. Adesso che inizia la bella stagione, ce n’era davvero di bisogno. In questo modo infatti possiamo benissimo andare in vacanza o cominciare a progettare le vacanze stesse, senza rinunciare alle soluzioni tecnologiche che più ci piacciono.

Il tutto va naturalmente a beneficio dei bagnanti e dei vacanzieri in generale. Quello di Telecom in particolare è un progetto che prevede di fornire servizi particolarmente interessanti attraverso quella che potremmo definire una spiaggia hi-tech.

cloud-computing-tecnobeach

Spiaggia tecnologica

Ma quali sono nello specifico questi servizi? Da questo punto di vista c’è veramente di tutto:connettività wi-fi per collegarsi ad internet, sistema di videosorveglianza per evitare i furti, ombrelloni fotovoltaici che possono essere gestiti da remoto, telesoccorso per la sicurezza dei turisti.

Facciamo un esempio: se un turista per esempio ha bisogno di informazioni, ha a disposizione dei totem interattivi, per ricevere tutte le notizie che cerca e attraverso i quali addirittura mandare anche foto e cartoline elettroniche direttamente dalla spiaggia.

Spiaggia hi-tech, servizi tecnologici innovativi, che vogliono fare del sistema turistico del nostro Paese, un sistema veramente all’avanguardia.

ItaliaWorldWide

E.P

De Vidrio nació: en Italia la industria del vidrio no conoce la crisis

Desde el “vaso se deriva de cristal”, Assovetro (Asociación Nacional de Industriales de la copa) y CoReVe (vidrio Consorcio de Recuperación), muestra que el cristal, material por excelencia en el medio ambiente, ha superado el signo positivo en 2011.

El año pasado, de hecho, la producción de envases de vidrio, marcó un aumento de 1, 77% respecto al año anterior, y la industria de envases de vidriose ha utilizado más de 2 millones de toneladas de vidrio reciclado (7.6% en comparación con el ‘año anterior) con el consiguiente ahorro de más de 3millones de barriles de petróleomás de 2 millones de toneladas de CO2.

Reciclo vetro

Reciclo vetro

Incluso en lo que respecta a partir de reciclar los residuos de envases de vidrio posivo continúa la tendencia: en 2011 el nacional de residuos de envases reciclados ascendió a 1,570,302 toneladas, un incremento de alrededor de 100 mil toneladas, que corresponden al 6,8% en el año anterior, alcanzando una tasa de reciclado igual a 68,1%, hasta más de 8 puntos en comparación con el objetivo europeo, fijado en el 60%. Esta cantidad se ha reutilizado en el vidriopara la producción de nuevos envases.
El envase de vidrio de la recolección de residuos en Italia se ha visto un aumento de más del 6% respecto al año pasado, alcanzando cerca de1.700.000 toneladas. Este aumento en términos absolutos, sin embargo, usted debe comparar con una colección de calidad de esfuerzo nacional y se detuvoen los más altos niveles. Se estima, de hecho, que alrededor del 15,5% de las cantidades producidas por los municipios italianos no se pueden reciclar en el ciclo de producción y terminan en los vertederos debido a la mala calidad de la colección.

Recipientes de vidrio para bebidas y alimentos son los preferidos por el 74%de los consumidores italianos (65% de europeos) porque conservan el sabor de los alimentos o bebidas que contienen y no dañará el medio ambiente (queson 100% reciclables y la infinidad de “) . Esta preferencia de vidrio se ha mantenido constante a lo largo de los años.
Contra un aumento global de la producción en 2011 1, el 77%, dentro de la industria de envases de vidrio ha aumentado la producción de botellas de 0,84% respecto al año anterior, la producción de las botellas para la industria farmacéutica y cosmética de 3,60%, 13% de la vasija de alimentos.

Para dar una medida de la función de reciclaje en el área, sólo piensa que en diez botellas oscuras (más común), nueve se producen a partir de vidrio reciclado procedente de la recogida de residuos, un alto porcentaje de vidrio reciclado (45%) se encuentra también en botellas transparentes, lo que, a producir, que necesitan para el desguace de incolora. Sólo para mejorar la calidad de la chatarra de vidrio, en algunas ciudades como Verona y Ferrara, han puesto en marcha para recoger color diferente.

ItaliaWordlWide

E.P

Da Vetro nasce Vetro: in Italia l’industria del vetro non conosce crisi

Dall’evento “Da vetro nasce vetro”, Assovetro (Associazione Nazionale degli Industriali del Vetro) e CoReVe (Consorzio Recupero vetro), emerge che il vetro, materiale ecologico per eccellenza, ha superato il 2011 in segno positivo.
Lo scorso anno infatti la produzione degli imballaggi in vetro ha segnato un incremento dell’1,77% sull’anno precedente, e l’industria dei contenitori in vetro ha utilizzato più di 2 milioni di tonnellate di vetro riciclato (+7,6% rispetto all’ anno precedente) risparmiando così più di 3 milioni di barili di petroliopiù di 2 milioni di tonnellate di CO2.

Reciclo vetro

Reciclo vetro

Anche per quanto riguarda l’avvio al riciclo dei rifiuti di imballaggio in vetro continua il trend posivo: nel 2011 i rifiuti di imballaggio nazionali riciclati sono stati pari a 1.570.302 tonnellate, con un incremento di circa 100Mila tonnellate corrispondenti al 6,8% in più rispetto all’anno precedente ed è stato raggiunto un tasso di riciclo pari al 68,1%, superiore di più di 8 punti rispetto all’obiettivo europeo, stabilito nel 60%. Tale quantitativo è stato reimpiegato in vetreria per la produzione di nuovi contenitori.
Il vetro da imballaggio proveniente dalla raccolta differenziata in Italia ha visto un aumento di oltre il 6% rispetto all’anno scorso, raggiungendo circa 1.700.000 tonnellate. Questa crescita in valore assoluto si deve però confrontare con una qualità della raccolta differenziata nazionale che ancora fatica ad attestarsi ai massimi livelli. Si stima, infatti, che circa il 15,5% delle quantità provenienti dai Comuni italiani non potrà essere riciclato nel ciclo produttivo e finisca in discarica per via della scarsa qualità nella raccolta.

I contenitori in vetro per bevande e cibi sono preferiti dal 74% dei consumatori italiani (65% europei) perchè preservano il sapore del cibo o delle bevande che contengono e non danneggiano l’ambiente (sono infatti riciclabili al 100% e all’ infinito). Questa preferenza per il vetro si è mantenuta costante negli anni.
A fronte di un aumento complessivo della produzione nel 2011 dell’1,77%, all’interno del settore degli imballaggi in vetro si è registrato un incremento della produzione di bottiglie dello 0,84% rispetto all’anno precedente, della produzione dei flaconi per l’industria farmaceutica e cosmetica del 3,60%, dei vasi alimentari del 13%.

Per dare una misura del ruolo del riciclo nel settore, basti pensare che su dieci bottiglie scure (le più comuni) ben nove sono prodotte con vetro riciclato proveniente dalle raccolte differenziate; una percentuale alta di rottame di vetro (45%) si trova anche nelle bottiglie chiare, che, per essere prodotte, hanno bisogno di rottame incolore. Proprio per migliorare la qualità del rottame di vetro, in alcune città, come Verona e Ferrara, sono state avviate raccolte differenziate per colore.

ItaliaWordlWide

E.P

L’acqua in Italia è sempre più limpida e blu

Ancora un passo in avanti per la qualità delle acque dei mari, ma anche fiumi e laghi in Italia. La relazione sulla qualità delle acque di balneazione presentata qualche giorno fa dal commissario UE per l’ambiente Janez Potocnik, dice: “In Italia il 91,9% delle acque marine nel 2011 erano a norma secondo i parametri stabiliti, con una crescita del 6,6% rispetto all’anno precedente, e le acque costiere, di eccellente qualità, sono passate in un anno dal 77,2% al 83%.”

 

Italian river

Fiume italiano

 

Anche i fiumi e i laghi sono più puliti in Italia: 85,8% dei siti di balneazione interni, hanno soddisfatto i parametri obbligatori con un incremento del 13,1% rispetto al 2010. Ma ancor più positivo, i risultati del rapporto sulla qualità dell’acqua di torrente che in un solo anno è aumentato “dal 58,4% al 77,1%.”

 

italian river

fiume italiano

 

Questi risultati suggeriscono, tra le altre cose, ha detto il direttore esecutivo dell’Agenzia europea dell’Ambiente, Jacqueline McGlade: “Il rapporto di quest’anno mostra che le autorità italiane stanno lavorando bene per garantire il paese pulito e acqua potabile. Ciò significa che le persone possono, ancora una volta, essere tranquille nelle loro destinazioni estive, sia in mare, lago o fiume. 

 

ItaliaWorldWide

E.P

Giornalisti nell’Erba 2012 – 47 eventi in un giorno a Villa Mondragone

47 eventi in un giorno: scienza, ambiente, giornalismo, innovazione. GNE2012 Segnali dal Verde, la sesta giornata nazionale di Giornalisti Nell’Erba, il 25 maggio porta a Villa Mondragone (a Monte Porzio Catone, in provincia di Roma, nella sede di rappresentanza dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata che è partner della manifestazione) scienziati di fama internazionale, ricercatori, direttori e giornalisti di testate nazionali ambientaliste e non, imprenditori “green” e centinaia di giovanissimi da tutta Italia.
Protagonisti della giornata saranno proprio i Giornalisti Nell’Erba, i “reporter ambientali” dai 5 ai 21 anni che partecipano all’omonimo progetto/concorso nazionale di giornalismo ambientale e scrivono la testata online http://www.giornalistinellerba.it. Sfideranno giornalisti, esperti e comunicatori adulti a parlare di ambiente nel modo più chiaro possibile (cioè a portata di ragazzi, perché possano capire facilmente anche i non addetti ai lavori) e modereranno panel e tavole rotonde con relatori adulti… e non solo.

Il 25 maggio la storica Villa Mondragone (dove è nato il calendario gregoriano e Guglielmo Marconi ha realizzato i primi esperimenti di radiotrasmissione) ospiterà anche la premiazione dei vincitori della sesta edizione del concorso di giornalismo ambientale per bambini e ragazzi Giornalisti Nell’Erba, dedicata proprio ai “Segnali dal verde”. Saranno premiati anche quegli educatori adulti (genitori, presidi, insegnanti) che si sono distinti nel sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto dell’ambiente e alla sua comunicazione.

ItaliaWorldWide

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 138 other followers

%d bloggers like this: